Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
29 novembre 2013 5 29 /11 /novembre /2013 20:14

car-140355_640.jpg

Gli adesivi per auto sono sempre più diffusi, sono un modo per dire qualche cosa in più di se stessi, per affermare l’appartenenza a un gruppo, per personalizzare il proprio veicolo o solo per mandare un messaggio, come i classici “Baby on board”, che avvertono di fare attenzione perché c’è un bimbo a bordo.

 

Scritte, immagini, simboli, pubblicità e le classiche fiamme che rendono l’auto sportiva e le conferiscono un aspetto ancor più dinamico sono semplici da reperire e da incollare, anche autonomamente; se non si è certi però è meglio rivolgersi a un professionista.

 

Sulle superfici lisce si riescono ad applicare con una certa facilità però, prima di applicarli ricordate di sgrassare e pulire bene sennò, si rischia che si scollino; per staccarli invece si potrà utilizzare un’unghia facendo attenzione a non rigare la carrozzeria. I buoni adesivi, venendo via non la rovinano e, anche quando rimangono residui, si possono togliere con acqua e detersivo per auto, avendo cura di non “grattare”.

 

Non solo per auto però, perché anche gli scooter, i caschi e le moto possono essere decorate facendo attenzione che gli adesivi siano a norma e, soprattutto, abbiano caratteristiche tali da garantirne la durata.

 

Vediamo che caratteristiche devono avere:

 

# il materiale è la prima cosa di cui tenere conto. Certo non sono ideali i tipici adesivi che si attaccano un po’ ovunque, in breve si staccherebbero, sbiadirebbero, si rovinerebbero o rischierebbero di rovinare la carrozzeria. Via libera perciò al vinile adesivo prespaziato che ha una durata certificata nel tempo, è semplice da applicare e permette di creare nomi e frasi in un pezzo unico (multistrato) da applicare. Se si tratta di un nome non si dovranno perciò applicare i caratteri uno alla volta.

 

Tra i materiali in voga è possibile trovare anche pvc a base magnetica che aderiscono automaticamente; in ogni caso, qualsiasi materiale scegliate, ricordate di chiedere la garanzia.

 

# la certificazione varia da un produttore all’altro perciò, in fase di acquisto è buona regola chiedere che tipo di garanzia viene offerta; in genere si aggira tra i 3 e i 7 anni.

 

# il tipo di adesivo. Gli adesivi possono essere sabbiati, traslucenti, metallizzati, lucidi, cromati, rifrangenti e, in questi casi la garanzia è generalmente più bassa, tra i 3 e i 5 anni; durante il periodo di garanzia, l’adesivo non deve modificarsi ma dovrebbe mantenere inalterate le caratteristiche di base (colore, riflettenza, lucidità e così via).

 

Nel caso in cui non si abbia senso artistico o idee particolari ci si potrà orientare su adesivi già pronti, in caso contrario, si potrà presentare un progetto e chiederne la realizzazione. Questo è un metodo che consente una forte personalizzazione ma è utile anche per chi debba stampare adesivi promozionali e pubblicitari.

 

Vi consiglio, anche in questo caso di approfondire le caratteristiche con chi fornirà il servizio e chiedere informazioni sulla garanzia.

 

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
25 novembre 2013 1 25 /11 /novembre /2013 20:00

coffee-106986_640.jpg

I numerosi modelli di macchine per caffè rispondono a esigenze ben precise, per scegliere quella giusta si dovrà quindi ben valutare le proprie.

Le macchine elettroniche

Se si prepareranno caffè per più persone e più volte nell’arco della giornata si potrà pensare (budget permettendo) alle macchine automatiche; generalmente funzionanti con caffè in grani e macinato, provvedono a tutto loro, macinano, preparano e scaricano lo scarto senza che si debba intervenire. Sono macchine che solitamente permettono di personalizzare la lunghezza del caffè e la grana della macinatura ma sono anche molto ingombranti e rumorose però perfette per i pigri e per chi vuole un caffè “su misura”.

Capsule, cialde e caffè in polvere

Le macchinette che funzionano con le capsule vengono spesso date in comodato d’uso con l’obbligo di comprare dal venditore un certo numero di capsule durante un predefinito arco di tempo; purtroppo nonostante le capsule siano comode e grazie alla pressurizzazione garantiscano il mantenimento dell’aroma per un lungo periodo spesso sono incompatibili con macchinari differenti. Con un po’ di fortuna è possibile individuare alcune capsule alternative ma questo non vale per tutte le macchine; comode perché “non sporcano” permettono però di fare un solo caffè alla volta e richiedono spese maggiori per l’acquisto della capsula, soprattutto se necessarie per preparare tisane, the o cioccolata.

Le macchinette per cialde (simili alle bustine di camomilla o the) sono comode, spesso hanno due porta filtri, una per la cialda e una per il caffè già macinato. Nel caso in cui si dovesse utilizzare il caffè già macinato si potranno fare uno o due caffè alla volta, cosa che la cialda, essendo monodose, non permette; dopo l’utilizzo il porta filtro deve essere pulito e la cialda smaltita. Il costo della cialda è inferiore rispetto a quello della capsula ma superiore rispetto al macinato e purtroppo non conserva l’aroma perfettamente.

La macchina classica utilizza caffè macinato, permette la preparazione di uno o due caffè e il porta filtro deve esser pulito ogni volta; la Mokona funziona con cialda, capsula e caffè macinato ma le cialde sono difficili da reperire. Essendo piuttosto delicata deve essere trattata con molto riguardo.

Da tener presente

Nella scelta della macchina devono poi essere tenute presenti altre caratteristiche come la grandezza, il design e l’erogatore di vapore; misurare gli spazi entro cui si dovrà inserire è fondamentale per evitare di avere una macchina che non si sa dove riporre, quelle elettroniche sono molto grandi perciò è necessario disporre di molto spazio mentre se amate preparare il cappuccino non potete dimenticare di valutare la presenza della lancia per il vapore.

Sia che scegliate una Lavazza Blu o preferiate una Faema o Gaggia per il vostro espresso valutate sempre accuratamente le vostre necessità.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
18 novembre 2013 1 18 /11 /novembre /2013 19:56

ironing-164672_640.jpg

Foppapedretti è sinonimo di sicurezza, durata e solidità; non fa eccezione questo asse da stiro che, nonostante qualche piccolo difetto, si rivela utile.

Un buon asse

“Assai “ è composto da una struttura in legno di faggio con piano in multistrato di pioppo ed è disponibile nei colori naturale, noce, bianco e wengè; bello da vedere è anche pratico poiché dispone di 4 rotelle montate sulle “gambe” che permettono di spostarlo senza doverlo sollevare, un pregio che si tramuta però in difetto se in casa ci sono bambini che stanno dormendo perché, il rumore prodotto, rischia seriamente di svegliarli. Una volta aperto però le rotelline non toccano il suolo, di conseguenza non c’è possibilità che l’asse si sposti inavvertitamente.

Per aprirlo è sufficiente sollevare il piano e regolarlo su una delle 3 posizioni incastrando la “tavola” in una delle aperture poste sul meccanismo laterale (per chiuderlo deve sempre essere sulla più bassa); il portaferro in metallo è completato da un tappetino in gomma e non è a vista conseguentemente, per poter essere utilizzato deve essere estratto. Non è molto grande quindi se si dispone di ferri a caldaia piuttosto ingombranti non si potrà farne uso a meno di non appoggiare la caldaia, per esempio, su un tavolo accanto all’asse.

Il piano è più corto rispetto alla maggior parte degli assi da stiro e la punta è piuttosto larga così si rivela scomoda nel caso in cui si debbano stirare alcuni capi come i pantaloni; il copriasse con il logo della ditta produttrice non è particolarmente longevo, il mio si è rovinato in poco più di un anno e, a causa della forma dell’asse stesso è stato piuttosto complicato riuscire a sostituirlo. Acquistare un accessorio originale è costoso, con un po’ di fortuna è possibile scovare dei copriasse non originali che non calzano perfettamente ma si riescono comunque a sfruttare ottimamente.

A metà altezza circa si trova un piano in truciolare ricoperto in melaminico, comodo in alcune situazioni ma non in tutte perché non è particolarmente ampio e di conseguenza inadatto per capi voluminosi; i vestiti dei bambini si riescono a sistemare alla perfezione mentre maglie da adulto e maglioni si devono “incastrare” rischiando di sgualcirli. Traspirante grazie ai fori posti sulla parte inferiore, convoglia il vapore verso il basso, evitando così che ristagni come accade per alcuni assi in ferro che iniziano a lasciar cadere sul pavimento la condensa trasformata in forma acquosa.

Aspetti positivi

Resistente e pratico.

Le rotelle sono molto utili per spostarlo senza sforzi.

Il piano sottostante consente di appoggiare i panni meno ingombranti.

E’ più largo di un comune asse.

Traspirante.

Aspetti negativi

Prezzo alto

E’ più corto di un normale asse da stiro.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
13 novembre 2013 3 13 /11 /novembre /2013 19:52

newspaper-183785_640.jpg

Seguire le notizie di mercato della serie B in tempo reale non è semplice tanto quanto seguire quelle di serie A dove gli interessi in campo e il numero di tifosi superiore fa sì che un maggior numero di siti, radio e televisioni prestino loro attenzione. Non c’è però da disperare perché con un po’ d’attenzione, seguendo determinati siti e particolari reti televisive è possibile restare aggiornati.

Aggiornamenti online

Serie A e serie B seguono le stesse regole e conseguentemente anche il calendario è lo stesso, dal 1 luglio al 31 agosto i tifosi di tutte le squadre di B entrano in fibrillazione nell’attesa di scoprire chi saranno i nuovi beniamini sognando l’arrivo o la partenza di un calciatore che possa cambiare volto e destino alla loro squadra e perché no, sperare che il nuovo acquisto possa portare direttamente ai vertici della classifica e catapultarli nell’agognata serie A.

Gli appassionati possono trovare informazioni aggiornate giornalmente sulle testate giornaliste cartacee mentre seguendo il calciomercato online sarà possibile ottenere aggiornamenti continui e godersi anche il flusso di nomi “sparati” talvolta a casaccio solo per fare notizia. Ecco alcuni dei siti che spesso pur occupandosi di serie A dedicano più attenzione alla serie B rispetto ad altri:

  • tuttomercatoweb.com: aggiornamenti costanti, praticamente continui provenienti da società calcistiche, testate giornalistiche televisive oppure dal web; le notizie sono molte e spesso vengono anche riportate semplici voci di mercato che con il tempo si rivelano essere delle vere e proprie “bufale” senza fondamento. Tra i link le ufficializzazioni si identificano a colpo d’occhio per il colore rossiccio e le esclusive TMW invece appaiono in verde.
  • calciomercato.it: utile per tenersi aggiornati ma meno approfondito rispetto al precedente, a volte passano giorni senza che nessun aggiornamento venga inserito.
  • calciomercato.com: sito abbastanza scarno ma tutto sommato piuttosto aggiornato, da tener presente in ogni caso.
  • seriebnews.com: interamente dedicato alla serie B non può mancare tra i preferiti di chi segue questa categoria, aggiornato e ricco di informazioni è un punto di riferimento anche durante il campionato.

I siti ufficiali della propria squadra, quando presenti, sono l’ideale se l’unico interesse è la propria amata e non tutto il calciomercato della serie.

Aggiornamenti televisivi

Da un punto di vista televisivo generalmente le emittenti locali dedicano spazio anche al calciomercato di serie B nel caso in cui si menzioni qualche squadra o acquisto locale, molto raramente accade sulle reti maggiori a meno che non si parli di “colpi” particolari che potrebbero interessare indirettamente anche la serie maggiore o a meno che non riguardi squadre appena retrocesse o che facciano notizia.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
4 novembre 2013 1 04 /11 /novembre /2013 00:00

costume-106595_640.jpg

Anche se la prova costume non è in agguato, il panico è dietro l’angolo se lo specchio impietoso mostra il gluteo basso; l'allarme colpisce donne di ogni età e, correre ai ripari non è così difficile, tonificare, rinforzare e rassodare è una sfida che si può vincere.

Pronti a faticare?

Vediamo alcuni esercizi che aiuteranno a conquistare glutei sodi; si possono eseguire in casa, al riparo da occhi indiscreti e senza alcun attrezzo ma per chi lo volesse è possibile aggiungere piccoli pesi per le gambe o elastici.

Eseguite 3 serie da 10 ripetizioni ognuna.

1. A terra, sdraiati in posizione prona allungatevi distendendo braccia e gambe facendo attenzione che la testa sia ben allineata con la colonna vertebrale; flettendo il piede destro a martello sollevate la gamba tenendola tesa senza inarcare la schiena o alzare il bacino. Mantenete la posizione per 5 secondi, abbassate e ripetere 10 volte. Eseguite poi con l’altra gamba.

2. A terra in posizione di quadrupedi, braccia perpendicolari alle spalle, addominali contratti, inspirando allungate la gamba destra poi espirando sollevatela lentamente facendo attenzione a non inarcare la schiena e a non superare la linea del bacino; mantenete la posizione per alcuni secondi poi abbassate la gamba. Ripetere 10 volte poi eseguire con la sinistra.

3. A terra in posizione supina, senza inarcare la schiena sollevate la gamba destra in modo che sia perpendicolare al pavimento; tenendo poggiato al suolo solo il piede sinistro, contraete i glutei e facendo leva sul tallone sollevate il bacino. Abbassate e alzate il bacino contraendo i glutei per 10 volte. Cambiate gamba e ripetete.

4. A terra sdraiatevi sul lato destro e appoggiate la testa al braccio, piegate le gambe in avanti in modo che le ginocchia formino un angolo retto rispetto al busto, flettete le ginocchia e mantenendo la schiena dritta sollevate leggermente la gamba sinistra poi contraete il gluteo, espirate e spingete la gamba un po’ più in alto. Inspirando abbassate leggermente (la gamba non deve tornare a terra ma restare leggermente sollevata) e ripetete per 10 volte poi cambiate lato.

5. In piedi, schiena dritta e addominali contratti divaricate le gambe in modo che siano alla stessa larghezza del bacino, piegatele leggermente poi inspirando portate avanti la gamba destra fino a che il ginocchio con il piede formi un angolo di 90 gradi, espirare e tornare in piedi. Fare 10 ripetizioni e cambiare gamba.

Prima di concludere...

Prima di terminare non dimenticate un po’ di stretching: supini con le gambe distese afferrate con la mano sinistra il ginocchio destro e portatelo verso la parte sinistra del corpo aiutandovi con la mano a tenere la posizione. Contate fino a 20 e cambiate gamba.

E ora… tutti al mare!

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
25 ottobre 2013 5 25 /10 /ottobre /2013 11:17

http://ebook.illibraio.it/Allegati/covers/22791/medium.jpg

 

Per gli amanti dei libri e della lettura, IBS, Amazon, iTunes, Kobo e Il Libraio hanno riservato una grande sorpresa.

In maniera del tutto gratuita, gli utenti potranno infatti scaricare "Il tempo della verità" di Glenn Cooper e leggere, all'interno dello stesso volume, un'anteprima de "Il calice della vita".

Un'occasione da non perdere ma prendere al volo, per farlo basterà cliccare sui link qui di seguito e scegliere da chi scaricare:

 

IBS
Amazon
iTunes
Kobo
Il Libraio

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
4 ottobre 2013 5 04 /10 /ottobre /2013 13:43

  © Freebeets 


Tra poco dall'armadio faranno di nuovo capolino maglie pesanti e pantaloni lunghi; per molte persone, più di quante si pensi, si riproporrà un curioso evento che li accompagnerà per tutta la durata dell'inverno e parte della primavera: la lana nell'ombelico.

Non ha nulla a che fare con l'igiene e neppure con gli alieni (come alcuni in passato avevano ipotizzato), ma ha una spiegazione ben più semplice.

Leggi di più >>>

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
25 settembre 2013 3 25 /09 /settembre /2013 14:46

Amore, Partnership, Amici, Amicizia, Connessione

 

Vi sentite soli e non sapete che fare? Vorreste dedicarvi a un’attività sportiva e non trovate nessuno che voglia farlo con voi? Dovete partecipare a un evento e non avete idea di chi portare con voi? O più semplicemente state per partire per una città diversa dalla vostra e vorreste qualcuno che ve la mostrasse?

Insomma, se siete alla ricerca di un amico che passi un po’ di tempo con voi ora potrete trovarlo con rentafriend.com .

Il sito dispone di un motore di ricerca che permette di cercare amici temporanei (o, se preferite, in affitto) in qualsiasi parte del mondo, non dovrete fare altro che inserire la località e scegliere, nel caso in cui per voi fosse essenziale, se preferireste un uomo o una donna.

I risultati vi mostreranno la fotografia e alcune brevi informazioni delle persone disponibili; se tuttavia il “candidato” dovesse intrigarvi, potrete con un semplice click avere informazioni più dettagliate.

La maggior parte si accontentano di un piccolo contributo (a volte negoziabile) ma, talvolta, capita che vi rinuncino, in base dell’attività proposta.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
16 settembre 2013 1 16 /09 /settembre /2013 10:44

Prodotti Kinder

 

Golosi in crisi per la crisi economica?

Kinder lancia l’assalto e prova a riportare un po’ di dolcezza e allegria a chi proprio al cioccolato e ai dolcetti non riesce a resistere.

E’ partita l’iniziativa che, fino al 29 settembre, restituirà a chi acquista i prodotti a marchio Kinder, il 100% del valore; partecipare è semplice anche se, purtroppo, le merendine non rientrano nella promozione.

Per ottenere il rimborso è necessario acquistare in un unico scontrino un insieme di prodotti per un valore compreso tra i 5 e i 10 euro; la scelta è tra Pinguì al cocco o cioccolato, Kinder Bueno classico o White, Duplo fondente o classico, Kinder  cereali, Kinder Maxi, le barrette Kinder Cioccolato, Shokobons, Fetta al Latte, Paradiso, Maxi King, Choco Fresh, Tronky e i golosissimi Kinder Sorpresa.

A questo punto non si dovrà fare altro che inviare lo scontrino con i propri dati anagrafici e recapito a "100% VALORE RIMBORSATO" C/O Edps S.r.l. – Casella Postale 749 – 20185 Milano Cordusio e attendere il carnet di buoni sconto pari al valore speso, da riutilizzare entro il 31/12/2013 per l’acquisto dei prodotti in promozione.

Sul sito Kinder è possibile leggere il regolamento completo e le modalità di spesa degli conti.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
1 luglio 2013 1 01 /07 /luglio /2013 15:29

Olio Shampoo Triderm Bionike“Per soggetti con situazioni irritative del cuoio capelluto (forfora, seborrea, dermatiti). Per capelli delicati e sfibrati e per chi necessita di lavaggi frequenti o quotidiani. Indicato anche per la seborrea dei neonati e bambini.

 

Chi ha problemi più o meno frequenti al cuoio capelluto, sa quanto sia fastidioso e, a volte impossibile, utilizzare prodotti comuni; questo è tanto più vero nel caso in cui si sia soggetti ad allergia al nickel perché, la maggior parte dei detergenti, ne contiene.


Cosa fare in questi casi?


L’OlioShampoo Triderm costituisce un’ottima alternativa che, con dolcezza deterge, protegge, non irrita e non altera le difese cutanee naturali; nickel tested (può però presentare tracce di nickel in quantità inferiori allo 0,00001%.), senza conservanti, senza glutine è adatto a pelli sensibili e intolleranti e, di conseguenza, può essere utilizzato anche sulla pelle delicatissima dei neonati.


La sicurezza deriva dai numerosi test che vengono eseguiti, non solo è testato su soggetti volontari sotto controllo medico ma, su ogni lotto, viene testata la ricerca di nickel ed eseguiti test microbiologici e in vitro.


Piuttosto liquido, ha una profumazione molto fresca che tuttavia non si ritrova poi sui capelli e, applicato, produce una quantità di schiuma veramente esigua, al punto da porre il dilemma, le prime volte, di averne utilizzata una quantità insufficiente; in realtà, una volta che i capelli si siano asciugati, si potrà constatare che il risultato è soddisfacente, la chioma appare pulita e morbida.  


La casa produttrice consiglia di applicarlo frizionando sui capelli inumiditi e qui viene il bello, essendo estremamente delicato può essere utilizzato anche per bambini e neonati semplicemente versandone una piccola quantità su un batuffolo di cotone e frizionando delicatamente poi… una bella sciacquata e via!


Considerata la delicatezza che ha immediatamente mostrato ho deciso di provarlo anche sulle mie piccine e, anche in questo caso, il risultato è stato ottimo anzi, migliore rispetto ai normali shampoo che spesso su di loro che han la pelle molto delicata e sensibile tendevano a risultare aggressivi.

 

Veniamo ora all’INCI che, ahimè, non è proprio ecobio.

 

aqua (water) (2 pallini verdi)
laureth-4 (1 pallino rosso)
peg-200 (1 pallino rosso)
paraffinum liquidum (mineral oil) (1 pallino rosso)
laureth-7 (1 pallino rosso)
disodium laureth sulfosuccinate (1 pallino giallo)

sodium lauroyl sarcosinate (1 pallino verde)

glycerin (2 pallini verdi)
hydrogenated polyisobutene (1 pallino rosso)
polyquaternium-7 (1 pallino rosso)
profumo (fragance)

 

Un prodotto valido ed efficace nei casi in cui sia necessaria un dose extra di delicatezza, quando il nickel non lascia scampo e il prurito al cuoio capelluto dovuto a irritazioni o allergie, sia divenuto insopportabile. Non è un prodotto naturale, questo va detto, ma è eccellente e dona sollievo nel giro di poco tempo.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento