Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
25 novembre 2013 1 25 /11 /novembre /2013 20:00

coffee-106986_640.jpg

I numerosi modelli di macchine per caffè rispondono a esigenze ben precise, per scegliere quella giusta si dovrà quindi ben valutare le proprie.

Le macchine elettroniche

Se si prepareranno caffè per più persone e più volte nell’arco della giornata si potrà pensare (budget permettendo) alle macchine automatiche; generalmente funzionanti con caffè in grani e macinato, provvedono a tutto loro, macinano, preparano e scaricano lo scarto senza che si debba intervenire. Sono macchine che solitamente permettono di personalizzare la lunghezza del caffè e la grana della macinatura ma sono anche molto ingombranti e rumorose però perfette per i pigri e per chi vuole un caffè “su misura”.

Capsule, cialde e caffè in polvere

Le macchinette che funzionano con le capsule vengono spesso date in comodato d’uso con l’obbligo di comprare dal venditore un certo numero di capsule durante un predefinito arco di tempo; purtroppo nonostante le capsule siano comode e grazie alla pressurizzazione garantiscano il mantenimento dell’aroma per un lungo periodo spesso sono incompatibili con macchinari differenti. Con un po’ di fortuna è possibile individuare alcune capsule alternative ma questo non vale per tutte le macchine; comode perché “non sporcano” permettono però di fare un solo caffè alla volta e richiedono spese maggiori per l’acquisto della capsula, soprattutto se necessarie per preparare tisane, the o cioccolata.

Le macchinette per cialde (simili alle bustine di camomilla o the) sono comode, spesso hanno due porta filtri, una per la cialda e una per il caffè già macinato. Nel caso in cui si dovesse utilizzare il caffè già macinato si potranno fare uno o due caffè alla volta, cosa che la cialda, essendo monodose, non permette; dopo l’utilizzo il porta filtro deve essere pulito e la cialda smaltita. Il costo della cialda è inferiore rispetto a quello della capsula ma superiore rispetto al macinato e purtroppo non conserva l’aroma perfettamente.

La macchina classica utilizza caffè macinato, permette la preparazione di uno o due caffè e il porta filtro deve esser pulito ogni volta; la Mokona funziona con cialda, capsula e caffè macinato ma le cialde sono difficili da reperire. Essendo piuttosto delicata deve essere trattata con molto riguardo.

Da tener presente

Nella scelta della macchina devono poi essere tenute presenti altre caratteristiche come la grandezza, il design e l’erogatore di vapore; misurare gli spazi entro cui si dovrà inserire è fondamentale per evitare di avere una macchina che non si sa dove riporre, quelle elettroniche sono molto grandi perciò è necessario disporre di molto spazio mentre se amate preparare il cappuccino non potete dimenticare di valutare la presenza della lancia per il vapore.

Sia che scegliate una Lavazza Blu o preferiate una Faema o Gaggia per il vostro espresso valutate sempre accuratamente le vostre necessità.

Condividi post

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento

commenti

monica c. 11/26/2013 16:08

io ho la mokona... ma con le capsule viene il caffé freddo

consiglidivitaquotidiana 12/03/2013 21:37



Davvero? Io la volevo prendere, poi mi hanno regalato quello della Nescafè... il dec però non mi piace