Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
27 luglio 2012 5 27 /07 /luglio /2012 11:49

4134725664_1d360350ed.jpgTra pochi giorni inizieranno le prime partenze per le ferie estive e, per chi si recherà in Francia c’è una novità anche se, al momento non comporterà grandi cambiamenti.

Dal 1° luglio è infatti obbligatorio avere un alcol test in auto, esattamente come si tiene la pettorina fosforescente o il triangolo da utilizzare in caso di incidente; che sia usa e getta o meno, poco importa, ciò che conta sarà averne almeno uno.

Quando un automobilista verrà fermato gli verrà anche chiesto di esibirlo tuttavia, fino a novembre, non detenerlo non equivarrà a correre il rischio di prendere una multa che, in seguito sarà di 11 euro.

Allo stato attuale la polizia si limiterà a constatare la presenza dell’etilometro, tra pochi mesi però, non arriverà solo il sollecito ad acquistarlo ma fioccheranno anche le multe.

Nel caso in cui doveste perciò di fare una gita o una vacanza in Francia, tenetene conto.

 

© Immagine: loco085

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
10 luglio 2012 2 10 /07 /luglio /2012 16:00

LAFELTRINELLI.IT homePer gli amanti degli ebook, il sito de "La Feltrinelli" ha preparato una gustosa opportunità: ogni settimana alcuni libri digitali sono offerti a prezzi stracciati, 1.99 Euro e 0.99 Euro.

Sicuramente il profumo della carta, il gusto dello scorrere delle pagine tra le dita e il piacere di sfogliare un libro in formato classico è imbattibile tuttavia, il formato ebook ha caratteristiche non indifferenti che, di conseguenza, possono incontrare il gusto di lettori classici e più tecnologici.

A parte il prezzo talvolta più basso rispetto al cartaceo, i libri in formato digitale possono essere trasportati anche a centinaia in un lettore singolo (anche un tablet o un pc) consentendo, così, di portare in borsa o in vacanza una piccola libreria e disporre di molti libri tra cui scegliere o leggerne contemporaneamente più di uno, senza per questo dover portare in borsa 2 o 3 libri.

Oltre tutto se si dispone di un pc e un lettore ebook o un tablet, 2 persone in contemporanea potranno leggere lo stesso libro, senza doverselo litigare... e non è mica poco!

Ecco qualche esempio di sconto:

giovedì 12 a 1.99 Euro sarà disponibile "L'isola della follia" di Lincoln Child e Douglas Preston

venerdì 13 a 1.99 Euro sarà disponibile "Vaniglia e cioccolato" di Sveva Casati Modignani

lunedì 16 a 0.99 Euro sarà disponibile "Piccole effusioni a letto" di Emily Griffin"

Volete scoprire le prossime offerte RCS? Non vi resta che visitare la pagina e loro dedicata, vi basterà cliccare QUI. Preferite le offerte Mondadori? Eccole QUA.

Come se non bastasse, oltre a una selezione di ebook gratuiti scaricabili da QUI, si potranno acquistare molti classici a 0.49 Euro da QUI.

Se amate questo genere di formato non mi resta perciò che augurarvi una buona scelta e una buona lettura.


Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
18 giugno 2012 1 18 /06 /giugno /2012 10:11

Parole-intrecciate.JPGPer chi ama i giochi enigmistici e non disdegna la tecnologia, Melimots ha la giusta soluzione, l’App per Android che intrattiene con le parole intrecciate.

I nomi con cui è conosciuto questo gioco sono molti, chi lo chiama puzzle di parole, chi parole intrecciate eppure, si tratta di uno dei più longevi e appassionanti, amati anche dai bambini che siano in grado di leggere; il meccanismo è semplice, data una lista di parole, è necessario trovarle all’interno di un guazzabuglio di lettere e, una alla volta, depennarle finché non ne resti neppure una.

Tradizionalmente, su carta, le lettere che formano ogni parola vengono cerchiate una alla volta o, in alternativa, si cerchia l’intera parola; qui, data l’impossibilità di “rigare” lo schermo, ci si affida alle dita, una breve e leggera “strisciata” sulla parola e automaticamente verrà evidenziata mentre dalla lista verrà depennata finendo nella sezione dedicata alle parole identificate.

Totalmente gratuita e in italiano può essere scaricata da Google Play e vi intratterrà per delle ore con schemi più o meno semplici che si adattano automaticamente allo schermo del dispositivo; una volta terminato, si potrà salvare la partita con il tempo migliore.

Le opzioni sono molte, è possibile selezionare una lingua a piacere (non chiedetemi se funziona, io mi attengo all’italiano), il tema dello sfondo (chiaro o scuro), il colore degli evidenziatori (non vi piacciono i colori? Non c’è problema, evidenziate tutto in grigio!), la dimensione dei caratteri.

Volendo, è possibile anche riavviare i tempi migliori...

Non mi resta che invitarvi a scaricarlo e, con questa bella App, trascorrere un po’ di tempo in assoluto relax; c’è una sola controindicazione: il rischio di non riuscire più a smettere.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
8 giugno 2012 5 08 /06 /giugno /2012 15:45

Olio-Provenzali.jpgVorrei presentare a tutti voi un prodotto valido che, per nessun motivo, dovrebbe mancare “nell’armamentario” di bellezza; l’olio di semi di Lino dei Provenzali lo si potrebbe definire miracoloso, rende i capelli morbidi, soffici, lucidi,  idratando, nel contempo, il cuoio capelluto.

Vediamo prima cosa afferma il produttore dalla pagina web dedicata al prodotto:

Questo Olio è un vero e proprio toccasana per la cura e la bellezza del capello grazie anche all'aggiunta di Olio di Ciliegia ed alla Vitamina E che contribuiscono ad alimentare e proteggere il bulbo capillare e la cute. Le sue caratteristiche lo rendono adatto all’utilizzo sia come ristrutturante antistress che come rinforzante e nutriente. Ridona lucentezza, volume e morbidezza e regola la produzione sebacea. Ottimo come antiforfora, ha anche un effetto antistatico sul capello.

- Ristrutturante capelli
- Trattamento di bellezza per capelli
- Ottimo antiforfora 
- Naturale”.

Può essere impiegato in vari modi e per diversi "problemi", sfruttando le sue naturali proprietà ristrutturanti, rinforzanti, nutrienti, protettive della cute e del bulbo capillare; nonostante la formulazione in olio,  si lava facilmente sia dalle mani che dai capelli, senza che per liberarsene si debba strofinare con sapone o shampoo.

Io ho sperimentato tutti i diversi tipi di utilizzo indicati dal produttore e vi renderò ora partecipi dei risultati ottenuti.

Il primo tentativo è stato quello di usarlo come maschera-capelli ristrutturante. L'olio deve essere applicato 20-30 minuti prima del lavaggio per restituire vita ai capelli sfibrati o rovinati a causa di tinte e permanenti (i miei provenivano da un disastroso esperimento di colpi di sole che aveva avuto il risultato di rovinarli); ha superato brillantemente la prova, facendo apparire immediatamente i capelli più morbidi e setosi dopo una sola applicazione di 30 minuti, e un risciacquo con solo shampoo. Al contrario di quanto prevedessi, l’effetto “unto” non si è realizzato.

E’ possibile applicarlo per un benefico impacco antiforfora distribuendone, massaggiandola, una dose generosa sui capelli asciutti; dopo 20-30 minuti basterà sciacquare per godere del beneficio. Anche in questo caso, la forfora dovuta allo stress del cuoio capelluto derivante dai colpi di sole è sparita in breve tempo.

Ci sono poi altri 2 usi: trattamento di bellezza per i capelli e volumizzante protettivo. 

In questo caso gli esperimenti non sono andati a buon fine.

Il trattamento di bellezza dovrebbe nutrire, rinvigorire, districare, dare morbidezza ai capelli senza ungerli; il procedimento è quello di applicarne una piccola quantità sui capelli umidi e, dopo aver lasciato agire per alcuni minuti, procedere all'asciugatura. Avendo i capelli piuttosto corti, ho seguito il consiglio e ho usato 2 spruzzi (per i capelli più lunghi 3) erogandoli sul palmo delle mani e poi passandoli sui capelli; devo dire che non uso mai il phon e forse, la causa della mancata riuscita dell'esperimento è da imputare proprio a questo fatto però, una volta asciugati, i capelli sono sembrati unticci, come se fossero sporchi.

Anche il trattamento volumizzante, eseguito peraltro con un solo spruzzo anziché 2, si è rivelato fallimentare; i capelli sembravano ricoperti da una patina sgradevole da toccare.

Risultato? Ho dovuto rilavarli.

Nonostante questo posso permettermi di consigliare quest’olio, ognuno poi, a seconda del proprio tipo di capello potrà fare prove ed esperimenti e trarre le dovute conclusioni; chi volesse ovviare all'odore non proprio gradevole di questo olio, potrà "aromatizzarlo" con oli essenziali, vantando così capelli sani e profumati.

Naturale (anche se non del tutto), senza coloranti, vegetale, può subire piccole variazioni di colore nel tempo ma, fino allo scadere dei 132 mesi di conservazione dopo l’apertura non ci si dovrà preoccupare; i 100 ml, di fatto, terminano prima.


Ecco l’INCI: Linum usitatissimum Oil, Prunus Avium Seed Oil, Parfum, Tocopherol (Vitamin E), Citral, Linalool, Limonene, Citronellol, Hidroxyioshexyl 3-Cyclohexene Carboxaldehyde, Geraniol.


Un'ultima nota: l'olio di semi di lino può essere assunto per via interna però questo dei Provenzali devo ricordare che ha un utilizzo solo "esterno" per cui meglio non farsi tentare da altre interessanti ma poco salutari possibilità.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
5 giugno 2012 2 05 /06 /giugno /2012 11:35

Omnia.JPGVoglia di relax? Ecco quel che fa per voi, il Bagnodoccia Rilassante di Omnia Botanica.

Il tubo contiene 200 ml di bagnodoccia e, attraverso l'apposizione della “e”, il produttore dichiara di aver seguito le disposizioni legislative europee per ciò che riguarda il confezionamento del prodotto; il PAO (period after opening) indicato dal barattolino aperto, indica il tempo entro il quale il prodotto deve essere consumato dopo l'apertura della confezione e qui è stimato in 6 mesi. Va comunque sottolineato che si tratta di un'indicazione di massima perché le modalità di conservazione del prodotto influiscono notevolmente sulla sua integrità e il rispetto dei tempi di “decadenza”.

E' dermatologicamente testato presso i laboratori del centro di cosmetologia dell'università di Ferrara e, per questo, perfetto anche per le pelli più sensibili. Delicato, idratante, fresco, rende la pelle morbida e levigata... per una volta il produttore non mente, si tratta di un prodotto strepitoso!

L'utilizzo è identico a quello di ogni altri detergente dello stesso genere, una “noce” sul corpo o nella vasca da bagno permettono di beneficiare di una schiuma morbida e delicatamente profumata.

L’INCI è molto buono, per chi fosse interessato, eccolo qui: Aqua, Lauramidopropyl betaine, Sodium lauroyl sarcosinate, Parfum, Glycerin, Glyceryl caprylate, Melissa officinalis flower extract, Tilia cordata flower extract, Caprylyl/capryl glucoside, Lactic acid, Sodium lauroyl glutamate, Dicaprylyl ether, Lauryl alcohol, Sodium phytate.

La Melissa officinalis flower extract non è altro che l'olio essenziale di melissa, uno dei punti di forza del prodotto che utilizzato nelle dosi raccomandate si rivela atossico ma bollato qui come rosso; come ben risaputo “naturale” non significa sempre e comunque innocuo, basti pensare all'olio essenziale di bergamotto che, seppur naturale è fotosensibilizzante e il suo utilizzo fatto seguire a un'esposizione al sole può rivelarsi estremamente dannoso.

L'olio essenziale di melissa, uno dei più costosi in commercio, può causare sensibilizzazioni come molti altri ed è uno di quelli che più facilmente può essere inquinato tramite l'aggiunta di oli quali la citronella, il limone...

Al di là di questo però è una pianta che si presta a curare eczemi e altre problematiche dermatologiche, dona luminosità alla pelle, è sedativo e antidepressivo, ottimo per scacciare le tensioni, rivitalizzare e combattere l'insonnia.

Attenzione però perchè è estremamente potente e anche chi lo utilizza in oli vettori deve diluirlo moltissimo per evitare che crei problemi.

Il Tilia cordata è invece il tiglio riccio o selvatico, una pianta che vanta proprietà calmanti, rinfrescanti ed emollienti, utile perciò per una piacevole pausa di relax dopo un'intensa giornata.

L'INCI è praticamente perfetto sebbene facendo riferimento alla guida di Statham (e non solo) possa sorgere qualche ragionevole dubbio riguardo ad alcuni ingredienti che qui vi indicherò.  

Il Sodium lauroyl sarcosinate che in alcuni paesi come il Giappone è soggetto a restrizioni di legge oltre al fatto che se si unisce ad agenti nitrosanti può formare nitrosamine che sono altamente cancerogene; nonostante ciò la sua pericolosità è moderata perciò non è il caso di farne una tragedia.

Il Glyceryl caprylate secondo fonti differenti dal Biodizionario invece può risultare irritante per la pelle, gli occhi e i polmoni anche se ha un grado di sicurezza molto alto e di conseguenza non deve essere considerato particolarmente pericoloso.

Il Lact Acid indicato qui con il verde e di fatto poco pericoloso è comunque soggetto a limitazioni in alcuni paesi come il Canada; presente in detergenti, shampoo e alimenti può causare prurito e secondo Bill Statham non dovrebbe essere utilizzato su bambini piccoli. Al di là di questo comunque ha una pericolosità moderata.

Questo prodotto mi piace, mi rilassa, mi rapisce; è fresco, primaverile, delicato; la profumazione è inebriante, non è pungente e non è fastidiosa; buona, sa di pulito e di fiori, richiama quella di un negozio di fiori, una di quelle piccole botteghe dal profumo inconfondibile, rilassante.

Di colore trasparente non è particolarmente liquido, direi somigliante più a un gel perciò sia sotto la doccia che nella vasca non si rischia di metterne più del necessario, per farne uscire una quantità abbondante è necessario premere molto il tubo: un punto a favore!!!

Nell'acqua della vasca sprigiona un profumo avvolgente e inebriante, dà il meglio di sé e avvolge con la sua freschezza mentre la schiuma abbondante e dalle piccole bolle fa capolino su tutta la superficie.

Per fortuna è anche durevole perciò non scompare in breve ma consente di godere un morbido e piacevole bagno rilassante. Al termine la pelle è morbida e ben idratata, il profumo non particolarmente persistente svanisce con una certa velocità...peccato!

Sotto la doccia si comporta altrettanto bene, il profumo intenso e generoso rasserena la mente, il semi-liquido posto su una retina da doccia forma immediatamente un'ottima, morbida e profumatissima schiuma.

Anche in questo caso la persistenza al termine del “lavaggio” non è delle migliori ma sulla pelle un sentore leggermente più forte lo si avverte sicuramente perciò non posso che promuoverlo anche in questo caso. Insomma, un ottimo bagnodoccia per avere una pelle morbida e idratata, ideale per chi vuole concedersi una pausa di relax immergendosi in una profumazione floreale.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
4 giugno 2012 1 04 /06 /giugno /2012 14:04

VeZ.JPGIn questi giorni in cui invece del caldo tepore primaverile, ci tocca sorbire un terribile umido autunnale, godersi un bagno caldo e profumato è la scusa per tirarsi su il morale; il Bagnoschiuma al Profumo di Vaniglia e Zenzero de L’Erbolario è un grande alleato anche se, la profumazione particolare, potrebbe non piacere a tutti.

250 ml di prodotto dovrebbero essere consumati entro 12 mesi dall’apertura ma se andiamo avanti di questo passo, non arriverà alla fine della settimana.

Il bagnoschiuma, testato dermatologicamente è ben tollerato anche dalle pelli sensibili, come testimoniato dalle ricerche eseguite dall’Istituto di Farmacologia II° dell’Università degli Studi di Pavia e garantito, inoltre, dai continui controlli fisio-chimici e microbiologici eseguiti sulla purezza e qualità dei componenti.

A PH isodermico contiene non solo Vaniglia e Zenzero ma anche Estratto di Fior di Loto e Proteine del Riso, un connubio ideale per idratare, detergere e rendere la pelle morbida e vellutata.

Basta pochissimo prodotto per ottenere una morbida schiuma, nonostante loro consiglino 3 cucchiai di prodotto da versare direttamente nella vasca oppure sulla spugna da utilizzare sotto la doccia, posso affermare che una gradevole e profumata schiuma dalle bolle ampie e morbide la si ottiene anche con una dose minore di bagnoschiuma.

Le note di Vaniglia che si avvertono immediatamente aperta la confezione lasciano presto trasparire un sentore molto più speziato, pungente, un’oscillazione tra il “legnoso” e l’agrumato, una profumazione particolare quale è quella dello zenzero.

L’INCI, per chi fosse interessato è questo: Aqua, Sodium Laureth Sulfate, Propylene glycol, Profumo/parfum, Sodium Chloride, Coco glucoside, Sodium lauryl sulfoacetate, Disodium laureth sulfosuccinate, Vanilla planifolia, Nelumbium speciosum extract, Yucca schidigera extract, Hydrolyzed rice protein, Peg 55 propylene glycol oleate, Disodium, Citral, Eugenol, Geraniol, Hexyl cinnamal, Hydroxyisohexyl 3 Carboxaldehyde, Limonene, Linalool, Phenoxyethanol, Methylparaben, Ethylparaben, Propylparaben, Butylparaben.

Molte cose si potrebbero dire sugli ingredienti di cui si compone questo bagnoschiuma: fortunatamente troviamo estratto di vaniglia, estratto di fior di loto, proteine del riso e, a sorpresa addirittura estratto di yucca.

Per quel che riguarda invece lo zenzero (nome botanico Zingiber officinale) che io non ho individuato, credo sia contenuto all’interno della dicitura “Profumo” e non c’è nulla da recriminare dato che onestamente il produttore ha riportato la dicitura “Bagnoschiuma AL PROFUMO di vaniglia e zenzero”.

Purtroppo però troviamo i famigerati PEG, derivati dall’ossido di etilene che possono rivelarsi in taluni casi cancerogeni, non manca neppure il propylene glycol accusato di poter causare dermatiti, troviamo l’EDTA che non è biodegradabile e quindi inquinante (finendo negli scarichi diviene anche pericolo per pesci e fauna marina).

A questo proposito mi chiedo che senso ha finanziare la FAI e utilizzare fonti di energia rinnovabile se poi si utilizzano ingredienti che inquinando i fiumi, i mari e i laghi rischiano di mettere a repentaglio non solo l’ecosistema ma anche la vita della fauna marina.

A parte questo però devo dire che questo prodotto non mi ha creato nessun problema di allergia, nessun peggioramento della sensibilità della pelle; la profumazione è buona, calda e avvolgente, ideale nel periodo invernale credo potrebbe risultare un po’ “pesante” in estate quando tendenzialmente si ricorre a profumazioni più fresche.

E’ un sentore molto particolare che deve piacere, non credo abbia mezze misure, lo si odia o lo si ama; aprendo il flacone colpisce le narici con una certa forza e se a me fa pensare a una bella serata di fronte al caminetto in una baita di montagna, per altri potrebbe risultare stucchevole, dolce fino alla nausea. Per questo motivo io consiglio a chi volesse provarlo, a meno che non abbia una predilezione per i profumi dolci, di chiedere un campioncino perché il rischio di trovarsi con un prodotto che poi non piace credo sia alto.

Non pensiate però di trovarvi di fronte a una bomba olfattiva, un prodotto che rischia di uccidervi per il profumo perché la sensazione di profumo così intensa che si avverte appena aperto il flacone, in parte tende a disperdersi nell’acqua diventando più tenue (ho detto in parte, attenzione!) e anche la persistenza non è eccezionale, si sente sulla pelle ma non molto e non per molto tempo. A me piace, a piccoli dosi e alternandolo ad altri 2 bagnoschiuma (sono folle lo so, mi piace cambiare così ne tengo aperti alcuni e a seconda dell’umore ne scelgo uno) mi soddisfa però appena terminato non lo ricomprerò perché con l’arrivo del bel tempo inizia a infastidirmi e poi perché l’EDTA non mi piace in un prodotto di una ditta che dice di sostenere l’ambiente.

Prima di concludere.

Finalmente L'Erbolario ha detto stop al test sugli animali (precedentemente i prodotti finiti dell'Erbolario non erano testati su animali tuttavia loro non assicuravano che lo stesso fosse fatto da coloro cui avevano commissionato dei lavori) e riporta la certificazione con il logo della Coalizione Europea e il numero di certificazione rilasciato dalla LAV (Lega Anti Vivisezione), il tutto sulla parte inferiore della scatola. Anche questa ditta, come da loro affermato, si sta ora impegnando nella salvaguardia dell'ambiente utilizzando energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili e in più certifica le sue attività agricole con ICEA (Istituto Certificazione Etica Ambientale), sostiene lo Slow Food per la Biodiversità Onlus, contribuisce al finanziamento delle attività del FAI e i cosmetici non sono prodotti sfruttando e discriminando i lavoratori.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
1 giugno 2012 5 01 /06 /giugno /2012 22:14

 

http://www.yakult.it/img/foto/prodotto/confezione.jpg?id=1057984918Quando la flora intestinale ha bisogno di una botta... Yakult!

Disponibili nel banco-frigo dei supermercati, accanto ai vari Actimel, AC Active, LC1 Vital, questi flaconcini, 7 per la precisione, contenenti 65 ml di prodotto stanno in attesa di essere acquistati, portati a casa, messi nel frigorifero e, una volta che abbiano raggiunto la temperatura giusta... assunti!

Il colore non è proprio invitante, non è di un bel bianco latte ma piuttosto bianco sporco, tendente al marroncino però, il profumo non fa presagire nulla di male, è piuttosto buono.

La prova assaggio non tradisce l’aspettativa e si rivela effettivamente piacevole, è dolciastro, sa quasi di biscotto.

Uno solo al giorno è sufficiente per dare una sistematina a un intestino piuttosto martoriato che abbia bisogno di essere riportato in carreggiata.

Gli ingredienti di ogni bottiglietta sono: acqua, latte scremato, sciroppo di glucosio e fruttosio, zucchero, aromi, lactobacillus casei Shirota (con la specificazione che ci sono 10 miliardi di questi lactobacilli per 100 ml. se conservato in frigorifero). 


Dal punto di vista nutrizionale, per ogni bottiglietta (65 ml.): 
202,5 Kj 
48,4 Kcal 
0,9 g. proteine 
11,2 g. carboidrati di cui 11,2 g. di zucchero 
< 0,1 g. grassi di cui <0,1 g. di acidi grassi saturi 
0 g. fibre alimentari 
0,01 g. sodio 


La quantità indicata è di una bottiglietta al giorno tuttavia, anche di più non fa male... certo, a meno che non si ingeriscano tutte e 7.

Perciò che aspettate a rimettervi in forma? Yakultizzatevi!

 

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
30 maggio 2012 3 30 /05 /maggio /2012 09:29

http://www.esselunga.it/img_repository/promozioni/carte2_2011.jpgSegnalo una nuova ghiotta opportunità per chi fa la spesa presso i supermercati Esselunga, la possibilità di vincere  una carta prepagata  da spendere presso uno dei tanti punti vendita sparsi sul territorio nazionale.

“Tutti pazzi per Nivea” è lo slogan di questa iniziativa promossa da Beiersdorf SpA che offre la possibilità, acquistando nella stessa spesa, 3 prodotti Nivea, di partecipare all’estrazione di una delle 200 carte prepagate da 100€.

Dal 24 maggio fino al 6 giugno, i prodotti Nivea, con esclusione dei prodotti formato mini, delle maschere monodose e delle saponette (i prodotti bipacco sono considerati prodotto unico) offriranno il diritto di chiamare il numero 0236265661 a qualsiasi orario e, scontrino alla mano, farsi baciare dalla dea bendata.

Nel corso della telefonata si dovranno indicare: la data di emissione dello scontrino (giornomeseanno es. 290612), l’ora e il minuto di emissione, il numero dello scontrino senza gli zeri che lo precedono, l’importo della spesa effettuata senza gli zeri che precedono l’unità e senza quelli a sinistra della virgola (per esempio 70,00€ si indica con 70), il numero di telefono.

Sarà un software a procedere all’estrazione immediata e casuale tuttavia, conservare lo scontrino sarà necessario sia per riscattare l’eventuale vincita, sia per partecipare all’estrazione finale dei premi residui o non assegnati entro il 6 giugno.

In caso di vincita, la telefonata verrà dirottata a un operatore e in seguito si dovrà inviare con raccomandata l’originale dello scontrino con i dati personali e copia della carta d’identità a:

 “Tutti pazzi per NIVEA speciale Esselunga”
c/o Tiempo Nord Spa
Via Giovanni Da Udine 34
20156 – Milano

Purtroppo non partecipano all’iniziativa i prodotti acquistati dal sito esselungaacasa.

Chi fosse interessato potrà trovare ulteriori informazioni sul sito http://www.tuttipazziperniveaspecialeesselunga.it/ e seguire il concorso (e Nivea) su FB alla pagina https://www.facebook.com/NIVEAItalia

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
20 maggio 2012 7 20 /05 /maggio /2012 20:55

http://3.bp.blogspot.com/-RqN1J59blWE/T3w3xmAnDpI/AAAAAAAABOc/gphPno0D4UU/s200/camomilla.jpgA volte capita di trovarsi con gli occhi gonfi, le cause possono essere molte, escludendo vere e proprie patologie può capitare dopo aver passato una serata a gozzovigliare o, più semplicemente, perché si è pianto molto; anche le notti insonni causano fastidiose borse sotto gli occhi, così come le congiuntiviti, l’affaticamento o gli attacchi allergici e i conseguenti sfregamenti (in particolare da parte dei bambini).

I metodi per attenuare l’inestetismo sono molti, l’unico modo per trovare quello più adatto è sperimentarli un po’ tutti; quelli che vi propongo sono naturali e, soprattutto, spesso non richiedono spese folli e possono essere realizzati con “prodotti” che si trovano in casa.

Esistono altri ottimi metodi naturali ma questi, sono quelli più alla portata e perfetti per le emergenze.

Nel caso in cui le cattive abitudini causassero frequentemente questo problema, l’ideale è tenere in freezer due cucchiaini da utilizzare al momento del bisogno; basterà infatti applicarli sugli occhi per pochi minuti e ottenere un effetto immediato.

Un metodo a dir poco eccezionale è quello delle “fette di patata”; è sufficiente prendere una patata e tagliarne due fette dello spessore di 5/7 millimetri poi, applicarli sulle palpebre. Per ottenere l’effetto sperato ci vuole molto più dei 2/3 minuti del cucchiaino e la patata può essere sostituita da due fette cetriolo ma sono entrambi perfetti da utilizzare con i bambini perché non hanno le “controindicazioni” dei metodi di cui ora vi parlerò.

Un ulteriore metodo naturale è quello di applicare una bustina di camomilla, opportunamente raffreddata, sulle palpebre e tenerle per una decina di minuti; sconsiglio di usarlo con i bambini piccoli perché potrebbero, per passare il tempo, iniziare a strizzarle facendo colare camomilla ovunque.

Un ulteriore metodo che comporta l’utilizzo di camomilla, consiste nel preparare un infuso con 20 grammi di fiori e un litro d’acqua quindi, immergervi delle compresse di cotone, garza o un fazzolettino pulito e applicarlo sulle palpebre per 15/20 minuti circa; anche in questo caso, i bambini potrebbero causare dei piccoli fiumiciattoli di camomilla.

L’eufrasia può venirci in aiuto con un’infusione; basta farne bollire 5 grammi in mezzo litro d’acqua per una decina di minuti poi, immergervi delle compresse di cotone, garza e o un fazzolettino e applicare sulle palpebre per 15/20 minuti.

Il metodo più rapido, nel caso in cui non si disponga di tempo è indubbiamente quello dei cucchiai e, nel caso in cui non si dovessero avere a disposizione, si potrà rimediare con un cubetto di ghiaccio da massaggiare sulla zona facendo attenzione a non tenerlo fermo su un punto solo per molto tempo perché si potrebbe “bruciare”la pelle. 

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
18 maggio 2012 5 18 /05 /maggio /2012 11:06

Sunsweet.JPGUn buono d’acquisto non si rifiuta mai perciò, vi segnalo questa possibilità offerta da Sunsweet che permette di vincere una Wii Fit, una bicicletta ma anche degli utili buoni da spendere all’interno dei negozi sportivi della catena Decathlon; in questo periodo, un buono per comprare scarpe da tenni, tute, t-shirt torna più utile che mai perciò, se c’è la possibilità, perché non tentare la fortuna?


Fino al 30 giugno 2012 parteciperanno alla promozione prugne a marca Sunsweet nei formati:

Prugne denocciolate Barattolo da 500g

Prugne denocciolate Scatola da 250 g

Prugne denocciolate Giganti Sacchetto da 375 g

Prugne denocciolate Baby Scatola da 250 g

Sunsweet Ones - Prugne denocciolate confezionate singolarmente Tubo da 200 g

Prugne denocciolate senza conservanti Lattina sottovuoto da 250 g

Prugne con nocciolo Extra Large in barattolo da 500 g

Prugne con nocciolo Extra Large in scatola da 250 g

Succo di Prugne bottiglia da 470 ml


E’ possibile partecipare un più modi.


Il primo non prevede obbligo d’acquisto e richiede la registrazione sul sito concorsosunsweet.it ; in questo caso si partecipa all’estrazione finale di una bicicletta.

Il secondo invece dà diritto a vincere immediatamente i buoni d’acquisto o una consolle alla settimana ma è necessario avere acquistato uno dei prodotti in promozione e conservato il codice a barre oltre allo scontrino comprovante l’acquisto. Si dovrà rispondere a 3 domande sui prodotti Sunsweet e ricostruire un puzzle di 8 pezzi (in caso di difficoltà si può ricorrere alla compilazione automatica),  al termine del quale saprà se si ha vinto; in ogni caso si parteciperà all’estrazione finale.


In totale, vengono messi in palio:

18 Nintendo wii con balance board

3 buoni Decathlon del valore di 200€

7 buoni Decathlon del valore di 700€

54 buoni Decathlon del valore di 50€


Il 28 luglio avverrà l’estrazione dei prodotti finali e non attribuiti.


Buona fortuna!

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento