Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
13 maggio 2013 1 13 /05 /maggio /2013 12:34

Le nuove generazioni sono sempre più social, si passa molto tempo online navigando, condividendo, scambiandosi opinioni e, sempre più spesso lo si fa tramite Facebook o Twitter.

Quante volte succede infatti di guardare un programma e, contemporaneamente twittarlo agli amici o commentare le puntate su Facebook?  A me capita sempre di più, ormai è una delle abitudini più radicate in chi passa il tempo online e Tim, sempre attenta alle nuove tendenze e alle opinioni dei consumatori, ha deciso, tramite un sondaggio su Facebook, di scoprire se lo stesso vale per la maggioranza del suo pubblico.

Questa esperienza, resa possibile dalla partnership con Pick1, permetterà di conoscere le abitudini dei naviganti e aiuterà Tim a mettere a punto prodotti e servizi sempre più al passo con i tempi e in linea con le richieste dei propri clienti.

Ma vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

Pick1 è un sondaggio dalla breve durata che apre un canale di confronto privilegiato tra il brand e il proprio pubblico; le domande sono semplici e vi si risponde in pochi minuti, ciò che viene chiesto, per fare qualche esempio, è se si commenta sui social network il programma mentre lo si guarda alla tv o lo si ascolta alla radio, su quale social network oppure, mentre si risponde al sondaggio, cosa si sta facendo d’altro.

Per partecipare è necessario collegarsi alla pagina Facebook dedicata all’iniziativa cliccando su questo link ParlaciDiTe e divertirsi; Tim, ha infatti trovato un modo “leggero” per proporre un sondaggio, scordatevi quei lunghi e noiosissimi sondaggi che fanno perdere la pazienza dopo pochi minuti.

Questa volta è tutto diverso perché anche il sondaggio è rivisto in un’ottica social, ci si diverte e, per chi conduce ormai un’esistenza 2.0, sarà un modo per parlare anche un po’ di se stesso, aiutando Tim a raggiungere il proprio obiettivo: comprendere l’abitudine di consumo dei media.

Per chi completa il sondaggio esiste la possibilità di condividere l’iniziativa e, come ringraziamento, riceverà un piccolo “omaggio”; in questo momento io ho potuto scaricare l’autografo di Chiara, la nuova stella del panorama musicale italiano, nonchè testimonial del brand.

Un’occasione divertente e imperdibile, si tratta di un’iniziativa da condividere e far conoscere, per diventare influencer e dare voce ai propri interessi; vi invito a partecipare, rispondere al questionario e farlo conoscere ai vostri contatti.

A tal proposito, oltre a leggere il post, che state facendo di bello?



Articolo sponsorizzato

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
9 maggio 2013 4 09 /05 /maggio /2013 10:54

http://www.aia-spa.it/uploads/concorsi/aia.ti.ricarica.sito.jpgCon AIA arriva un gustosissimo concorso, “AIA TI RICARICA”, l’istant win che permette di vincere immediatamente buoni da 100 o 500 Euro.

Partecipare è semplicissimo, nel periodo compreso tra l’8 aprile e il 6 luglio 2013 basterà acquistare un prodotto della gamma Bon Roll, Cordon Bleu Classico, Cordon Bleu allo Speck, Carne al Fuoco arrosto di suino e chiamare il numero 0249962791.

Dopo aver seguito le istruzioni della voce guida, si dovrà comunicare il codice gioco stampato sull’etichetta e incrociare le dita sperando di ricevere immediatamente la notizia della vincita; la ricarica da 100 Euro permette di scegliere tra buoni benzina, ricarica del cellulare, Buoni Ticket Compliments Top Premium mentre, la vincita da 500 Euro, comprende un buono da spendere in un’insegna della Grande Distribuzione (a scelta del vincitore).

Non mi resta che augurarvi buona fortuna e invitarvi a prendere visione del regolamento completo sul sito AIA.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
23 aprile 2013 2 23 /04 /aprile /2013 13:59

Per tutti i fan di Jovanotti una notizia da leccarsi i baffi, con You&Eni, facendo il rifornimento, si partecipa all’estrazione di due biglietti per assistere a una delle date dell’attesissimo Backup Tour.

Partecipare è molto semplice, soprattutto perché ora che arrivano le belle giornate di sole, si moltiplicano le gite fuori porta e le conseguenti possibilità di essere uno dei fortunati vincitori; requisito per partecipare è infatti disporre di una delle carte prepagate e utilizzarla per pagare il rifornimento presso una delle stazioni Eni.

Chi ancora non dispone della carta fedeltà, può sottoscriverla scegliendo tra la you&eni prepaid base, you&eni prepaid contrattualizzata o you&eni credit; una volta  entrati in suo possesso, per poter vincere uno dei fantastici premi, basterà fare anche un solo rifornimento di carburante (a scelta tra super, diesel, enibludiesel+, eni blu super+, gpl, metano) e pagare con la carta nel periodo che va dal 25 marzo al 30 aprile.

Chi dovesse essere estratto si aggiudicherà 2 biglietti d’ingresso per la tribuna più un “meet&green” con Jovanotti e, per dare il benvenuto ai fortunati, sarà anche previsto, al momento del ritiro dei biglietti, un rinfresco in onore sia del vincitore sia del suo accompagnatore.

Jovanotti è un artista poliedrico che, se all’inizio della carriera ha saputo attrarre principalmente un pubblico di giovanissimi, è in seguito cresciuto sia musicalmente che spiritualmente, passando dal ragazzo dinoccolato che sul palco cantava “Gimme five”, all’uomo impegnato nel sociale e nella difesa dei diritti umani.

 

 

Il concorso offre perciò un’opportunità unica, quella di assistere allo show di un artista che ha saputo raccogliere consensi in campo musicale e che, nel contempo, si è affermato per la sua sensibilità e la partecipazione a progetti umanitari.

Per i 240 che avranno la fortuna di essere estratti ci sarà anche la possibilità di accedere al backstage, conoscere i “dietro le quinte” di un evento di tale portata, e incontrare Jovanotti.

Possibile lasciarsi sfuggire la possibilità? Direi di no; perciò, se ancora non avete una delle carte, vi invito a scoprire i vantaggi che offrono (accumulare punti necessari per riscattare bellissimi premi e la facoltà di utilizzarle per i pagamenti) e correre a sottoscriverne una, regalandovi la possibilità di vincere un posto al grande evento dell’estate 2013.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Info e condizioni della carta su youandeni.com e cartasi.it . La funzione di pagamento è gestita da CartaSi. La moneta elettronica memorizzata sulla carta è emessa da ICBPI Concorso valido dal 25 marzo al 30 aprile 2013. Regolamento del concorso su youandeni.com. Montepremi euro 18.528,00 + Iva


Articolo sponsorizzato

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
12 aprile 2013 5 12 /04 /aprile /2013 15:55

Sport e telefonia vanno a braccetto ormai da molto tempo, non a caso, la serie A è ormai divenuta “Serie A Tim”  e oggi, il rapporto si stringe ancora di più con un nuovo concorso.

Tim è alla ricerca di un nuovo volto e, se volete essere protagonisti e vedere il vostro viso negli spot di passaggio nel corso delle partite di serie A, non fatevi sfuggire l’occasione di partecipare; come?

Semplice, però ricordate che per partecipare al concorso “Tim Young – Il protagonista sei tu” c’è tempo fino al 5 maggio 2013; per tentare la fortuna basterà caricare una foto tramite l’app gratuita su facebook o, in alternativa, accedere al sito del concorso e registrarsi, quindi attendere che il sistema verifichi che sia già stata attivata l’offerta Tim Young. A questo punto basterà caricare l’immagine, invitare i vostri amici a votarvi e incrociare le dita.

Ogni settimana la fotografia che avrà ottenuto più voti verrà trasmessa nel corse delle partite di Serie A su Mediaset Premium e su Sky; non è elettrizzante? Immaginate di guardare la partita con i vostri amici e, all’improvviso, veder comparire il vostro volto in televisione. Sarebbe un’emozione impagabile e voi diventereste la piccola celebrità del gruppo.

Chi non fosse ancora cliente Tim o non avesse attivato Tim Young non deve disperare perché c’è ancora molto tempo prima della scadenza perciò, potrà rimediare e richiederne l’attivazione; naturalmente, essendo dedicato ai più giovani, è necessario non aver ancora compiuto i 30 anni per poter partecipare. Vi ricordo che se non avete attivato la tariffa, potrete caricare la foto ma non vincere.

Un concorso divertente, in perfetto stile social che sfruttando al massimo le nuove tecnologie e tecniche di comunicazione permette di partecipare in maniera semplicissima; afferrate perciò la vostra macchina fotografica o il vostro smartphone, fate un bel sorriso e scattate la foto con il vostro viso primo piano.

Il gioco è fatto, non vi resta che convincere i vostri amici a votarvi, fate presente che se lo vorranno, appena sarete divenuti famosi farete loro un autografo però, mi raccomando, non tentate di mandare più di un’immagine perché i doppioni saranno rifiutati

Allora, siete pronti a diventare delle star?


TIM Young

Articolo sponsorizzato

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
5 aprile 2013 5 05 /04 /aprile /2013 14:33

gomme-scooter.jpgIl primo punto da comprendere riguardo a come gestire il cambio delle gomme di uno scooter è quello del “quando”. Su questo ci sono varie correnti di pensiero: c’è ad esempio chi afferma che le ruote di una moto debbano essere cambiate ogni 6000 km, chi invece sostiene che la strada percorsa non sia l’unico fattore ma che bisogna anche considerare l’età della gomma, che se troppo vecchia tende a seccarsi. In generale una buona regola dovrebbe essere quella di bilanciare le due regole prima citate, senza dimenticare però quella principale che deriva dal Codice della Strada e che impone per le moto una scultura minima del battistrada di almeno 1 mm.

Va inoltre sottolineato che in una moto il consumo di gomme non è omogeneo tra le due ruote, e che quella posteriore tende a deteriorarsi con maggior velocità rispetto a quella anteriore essendo quella su cui viene scaricata la trazione del motore. Se sulla base delle regole succitate ci si trova nella condizione di dover cambiare le gomme della propria moto o scooter, il consiglio per acquistarne di nuove risparmiando è quello di comprarle su internet, ad esempio in questo sito, lì dove è possibile trovare gli stessi prodotti che troveremmo dal gommista a prezzi ribassati di almeno il 10%.

Una volta acquistati si può decidere di effettuare la sostituzione presso un’officina, scelta consigliata, o da sè. Cambiarsi le gomme da soli è un’operazione non semplicissima ma non impossibile se si  dispone di tutta l’attrezzatura. Se si dovesse provvedere alla sostituzione degli pneumatici in proprio, va fatta estrema attenzione alla pressione durante il gonfiaggio che va eseguito a gomma fredda seguendo pedissequamente le istruzioni riportate sul manuale di uso delle gomme ed avendo attenzione di aumentare leggermente la pressione della ruota posteriore se si è usi a trasportare passeggeri o bagagli pesanti.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
4 aprile 2013 4 04 /04 /aprile /2013 21:21

 

2569167533_0f36da3977.jpgPreparare e somministrare l’infuso è uno dei metodi più semplici e antichi per sfruttare i principi attivi di piante ed erbe, la natura ci soccorre in molti casi, anche quando stress e affaticamento rendono le giornate più lunghe e difficili da portare a termine. In questi casi il tiglio si rivela un alleato particolarmente prezioso, un fedele compagno che con le sue caratteristiche aiuta a ritrovare serenità, calma e una dolce distensione.

Perché il tiglio? Il tiglio con i suoi tannini, flavonoidi glucosidici, mucillaggini, polifenoli e vitamina C, calma, distende le tensioni, aiuta a prendere sonno, seda le emicranie, ansie, nervosismi, angosce, irrequietezze e palpitazioni.

Cosa serve per preparare un buon infuso al tiglio?

Un recipiente preferibilmente a chiusura ermetica e resistente al calore (vetro, porcellana o ceramica sono perfetti), un pentolino, un colino e 2 grammi di fiori.

In alternativa al colino e al recipiente è possibile utilizzare la tisaniera, una tazza dotata di coperchio e infusore (una retina di metallo o plastica entro cui inserire le erbe).

Come prepararlo?

Inserire all’interno del recipiente a chiusura ermetica o della tisaniera i fiori, a parte scaldare 100-150 ml d’acqua evitando di portarla a ebollizione; appena sarà diventata calda versarla sopra le erbe e coprire immediatamente evitando che il vapore disperda le sostanze volatili.

Attendere 5 minuti e ricordare di mescolare di tanto in tanto; trascorso il tempo filtrare con un colino oppure togliere l’infusore e consumare la bevanda.

Raramente l’infuso può essere conservato in frigorifero, generalmente deve essere consumato ancora caldo dopo un’eventuale dolcificazione secondo il gusto personale tramite miele, dolcificante o zucchero di canna grezzo (meglio evitare quello bianco raffinato); nel caso in cui si decida di attendere che si raffreddi leggermente per berlo senza scottarsi è bene tener presente che il raffreddamento deve avvenire in maniera graduale, senza subire sbalzi di temperatura.

Questa pianta è generalmente ben tollerata tuttavia, essendo diuretica e fluidificante del flusso sanguigno deve essere usata con cautela e solo dietro consenso medico da chi utilizzi già diuretici di sintesi o farmaci che influenzino la densità sanguigna.

© Immagine: pizzodisevo, slowly i will recover

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
18 marzo 2013 1 18 /03 /marzo /2013 14:19

http://www.iprovenzali.it/i_nostri_prodotti/linea_karite/burro_100ml_box.jpgOggi vi consiglio un prodotto eccellente di cui è impossibile non innamorarsi, ha notevoli proprietà idratanti e lenitive, si presenta di colore bianco, solido, dalla profumazione caratteristica anche se, per me non particolarmente gradevole; nell’utilizzo è bene fare attenzione perché se applicato in eccesso crea un fastidioso effetto “scivoloso”, rendendo viscida e unticcia la pelle.

Le possibilità di utilizzo sono molte, lo si può utilizzare come antirughe, dopo l'esposizione al sole come calmante e per prolungare l'abbronzatura, dopo la rasatura o l'epilazione, mischiato con del sale per uno scrub che lasci la pelle morbida e idratata, mischiato a olii essenziali per ottenere effetti particolari sulla pelle, unito a burro di cacao (ed eventualmente cera d'api... io metto anche dell'aroma arancia) e oli per un burro di cacao casalingo, puro sulla pelle secca o irritata, sulle mani puro oppure arricchito con altri oli, massaggiato per prevenire le smagliature o nel caso in cui siano appena comparse per evitare che peggiorino, sui bambini per prevenire arrossamenti e irritazioni (soprattutto causate dal pannolino), reso in forma liquida e aggiunto all'acqua del bagno rende invece la pelle morbida e idratata. 


Si può mettere anche sui capelli per renderli morbidissimi; prima di sperimentare questa possibilità ho tentennato a lungo perché i miei capelli tendono a ingrassarsi e appesantirsi,  invece il risultato è stato strabiliante. 

Si presenta in  forma solida ma è molto morbido, tra le dita si scioglie rapidamente e quando viene messo a bagnomaria, si trasforma, passando in pochi attimi alla forma oleosa; con la stessa velocità con cui diventa liquido torna però in forma solida, anche senza metterlo in frigorifero perciò, se lo si utilizza in questo modo, per spignatti vari, è necessario agire con una certa rapidità. 

Il burro di Karitè dei Provenzali, ottimo, non è puro ma arricchito con olio di mandorle dolci, profumo e tocoferolo (vitamina E); non contiene però allergeni, coloranti, tensioattivi chimici ed è dermatologicamente testato, è 100% vegetale e biodegradabile, il PAO (entro quanto tempo consumarlo dopo l'apertura) è 12 mesi. 

L'imballo esterno è in cartone riciclabile e, riciclabile è anche il barattolo in plastica, il prodotto non viene testato sugli animali e per quel che riguarda il Saponificio Gianasso,  bisogna dire che adotta l'uso di 100% energia verde, ottenuta da fonti certificate rinnovabili. Come se non bastasse, le loro emissioni di CO2 sono compensate grazie alla riforestazione e tutela di un area boschiva in Costa Rica. 
L'assenza di test eseguiti sugli animali è certificata dalla presenza del logo della Coalizione Europea e dal numero di certificazione rilasciato dalla LAV (Lega Anti Vivisezione). 

Un prodotto che non è possibile non consigliare, perfetto in inverno, si rivela un alleato prezioso anche adesso che arriva l’estate, non potrà mancare non solo a casa, ma anche nel beauty, partendo per le vacanze; correte a farne scorta, non lo rimpiangerete.



Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
6 marzo 2013 3 06 /03 /marzo /2013 00:00

Gocce smaltoCon i tempi sempre più ridotti, la fretta di fare ogni cosa, incastrare attività le une tra le altre, anche mettere lo smalto può diventare una di quelle cose da programmare, soprattutto perché deve asciugare e quando lo si applica il tempo sembra non passare mai.

Suggerisco a chi è come me sempre di corsa e sempre troppo impaziente, un prodotto, non certo nuovo ma che non tutti potrebbero conoscere: Express dry drops di Essence.

Vi state chiedendo di che diamine stia parlando? Semplice, goccine che permettono allo smalto di asciugare in tempi rapidissimi, accorciando notevolmente quelli di applicazione tra una mano e l’altra o di ripresa delle normali attività. Dimenticatevi lunghe attese, un minuto, due al massimo e sarete pronte a ripartire.

Contenuto in un flaconcino in vetro trasparente, il liquido un pochino oleoso si applica sull’unghia con una pompetta contagocce; è sufficiente farne cadere una goccina sull’unghia e attendere un minuto, per sicurezza anche qualche cosa in più poi, lo smalto lo si potrà considerare asciugato. L’effetto unticcio sparisce abbastanza rapidamente e, in tutti i casi, dopo aver lavato le mani scompare del tutto.

Sembra strano ma funziona benissimo e lo smalto non ne risente in nessun modo, insomma, per meno di 3 euro è un acquisto che si può fare e che vi aiuterà a risparmiare molto tempo.

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
4 febbraio 2013 1 04 /02 /febbraio /2013 15:54

In questo periodo dell’anno mi capita spesso di indossare la pashmina, il fresco della mattina colpisce facilmente la mia gola sensibile e, in un attimo rischio di ritrovarmi con un forte mal di gola.

L’uso della sciarpa pesante o di maglie a collo alto ancora sono fuori discussione perciò, questa diventa la soluzione ideale; stanca di indossarla però sempre allo stesso modo, mi sono messa alla ricerca di qualche nodo particolare o comunque “alternativo” e, per una botta di fortuna sono riuscita a scovare un video in cui vengono mostrati 25 modi di portarla.

Youtube ne è pieno in realtà di tutorial ma questo non solo è molto chiaro ma mi ha così divertito che ho deciso di condividerlo con voi... e chissà che possa tornarvi utile. Buona visione :-)

 

 

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento
1 febbraio 2013 5 01 /02 /febbraio /2013 00:00

3209014159_25d91e567c.jpgIXO Bosch è l’avvitatore elettrico ideale per piccoli lavori domestici, indicato sia per coloro che abbiano una certa esperienza e abilità manuale sia per chi si trovi ad affrontare per le prime volte il divertente mondo del fai da te; estremamente leggero, svolge la funzione che in passato veniva svolta da un cacciavite “manuale”.

Un gioiello

Questo attrezzo ha la forma di una pistola o, se vogliamo, di un mini-trapano, grazie alla sua forma ergonomica e al manico antiscivolo può essere utilizzato agevolmente senza sforzare o stancare troppo la mano; nel caso in cui ci si dovesse trovare a smontare o rimontare completamente un mobile, per un trasloco per esempio, non ci si dovrà fermare continuamente per riposare o per crampi e dolori improvvisi. Le numerose punte a disposizione fanno sì che per ogni “testa” si riesca a trovare quella più adatta senza dover disporre di un cacciavite di fortuna.

Dotato di una base che funge anche da ricarica (da porre in posizione orizzontale su un piano o appesa alla parete), utilizzandolo la prima volta sarà necessario ricaricarlo completamente (5 ore) dopo di che, riponendolo dopo ogni utilizzo lo si potrà trovare sempre pronto per essere utilizzato; essenziale il fatto che pur non adoperandolo in maniera continuativa e non ricaricandolo spesso, la batteria non si rovina e non necessita di essere scaricata per essere nuovamente ricaricata: di fatto la durata è ottima e consente di operare senza doversi interrompere per ricaricare frequentemente; se tuttavia si prevede di utilizzarlo molto durante la giornata, è bene posarlo sulla base dopo ogni utilizzo o durante le pause, l’attrezzo in questo modo manterrà la carica e non vi abbandonerà sul più bello.

Svitare e avvitare è semplice, per cambiare la direzione di rotazione è sufficiente spostare il pulsante a destra o sinistra a seconda dell’azione richiesta all’attrezzo e due frecce poste sulla parte superiore indicheranno il cambio; in aggiunta, se il pulsante viene mantenuto in posizione centrale la punta non ruoterà e si potrà utilizzare questo piccolo gioiello come un cacciavite tradizionale.

La lucina posta sotto la punta che si accende durante la rotazione consente di illuminare la piccola area di lavoro. Non è particolarmente utile se si opera in condizioni di luce sufficienti, perfetta invece quando si lavora dietro a un mobile, sugli interni di cassetti o di armadi; a tal proposito, gli adattatori consentono di avvitare e svitare anche in posizioni poco agevoli.

Per chi non si accontenta, la versione IXO Vino funziona anche come cavatappi, ideale per stappare il vino a tavola e fare “bella figura”.

Aspetti positivi

Leggero, poco ingombrante

Perfetto su legno “tenero”

Piccolo ma potente

Ideale per il fai-da-te e lavori di hobbistica

Aspetti negativi

Nessuno

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento