Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
3 agosto 2012 5 03 /08 /agosto /2012 11:55

Disporre della luminosità solare in casa è sempre più semplice; potrebbe sembrare un miraggio, in realtà c’è chi, nel 2002, in Brasile, è riuscito a trovare il modo di produrre “energia” a basso costo e illuminare le abitazioni con una spesa veramente minima.

Molte sono le persone nei paesi più poveri e in quelli in via di sviluppo che non hanno le possibilità economiche per permettersi un tale lusso così, partendo dal metodo messo a punto in Brasile, alcuni studenti del MIT hanno studiato e fatto conoscere la scoperta anche ai più bisognosi (in questo articolo "Quando l'inventore è donna", potrete leggere di Amy Smith, l'ingegnere del MIT che ne ha permesso la diffusione. A tal proposito è sorta una diatriba tra i sostenitori della donna e chi invece sostiene che l'invenzione sia da attribuire e un brasiliano).

Non servono particolari accorgimenti o materiali dispendiosi, acqua e plastica sono tutto ciò che serve.

Dopo aver praticato un foro per l’alloggiamento, basta inserire delle bottiglie contenenti acqua e alcune gocce di candeggina nel tetto, in modo che una parte rimanga all’interno e una all’esterno poi, attendere che la luce si rifranga e illumini gli interni; dura per molto tempo e offre finalmente un’opportunità in più a chi, fino a poco tempo fa, doveva rinunciare a una di quelle comodità che noi diamo per scontate.

Guardare per credere!

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Ecologia
scrivi un commento

commenti

Claudia 08/30/2012 14:34

All'interno del post ho inserito una frase che si ricollega a questo post ed ho inserito il link al tuo post .. Così se qualcuno legge quell'articolo e ne vuol sapere di più arriva qui :-)

consiglidivitaquotidiana 08/31/2012 22:17



Ma grazieeee, quindi lo posso fare anche io con il tuo?



Claudia 08/28/2012 15:09

Ho linkato questo articolo nel mio post .. così aggiorno le info .. :-))

consiglidivitaquotidiana 08/30/2012 13:50



Hem... io di queste cose capisco poco. Come funzia? 



Lavia 08/28/2012 14:28

Se si scannano in liti assurde me ne tengo fuori, meglio perdere tempo per qualcosa di più utile. Con il telefono di Bell o Meucci sono ancora a tirarsi gli stracci eheheh

consiglidivitaquotidiana 08/30/2012 13:49



Ma no dai, leggere le liti senza intervenire si può fare. Io parteggio per Meucci... anche se il nome Bell mi piace di più (devo smetterla di bere l'ammazzacaffè) 



Claudia 08/28/2012 00:35

L'inventrice è tale Amy Smith da "Quando l'inventore è donna" http://selosotelodico.blogspot.it/2011/09/quando-linventore-e-donna.html

consiglidivitaquotidiana 08/28/2012 14:18



Ho letto un sacco di liti online su questa storia dell'inventore/inventrice, in una addirittura si scannavano come pazzi... Il fatto è che alcuni attribuiscono proprio al MIT (a lei presumo) la
"maternità", altri invece sostengono che il MIT ne ha solo permesso la diffusione. Mi piacerebbe ritrovare quella degli scannatori, ti saresti divertita a leggerla 



Stefania 08/27/2012 09:41

Incredibile davvero. Quando si dice: di necessità, virtù!

consiglidivitaquotidiana 08/28/2012 14:14



Verissimo