Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 novembre 2012 5 09 /11 /novembre /2012 14:23

Playground.jpgTirare 4 calci a un pallone è passione di molti e poterlo fare su un campo da calcetto (altrimenti detto di calcio a 5) dà una soddisfazione maggiore che farlo su un campetto improvvisato e scalcinato di qualche parco o cortile.

Regole generali

Essendo il numero degli appassionati in crescita, prima di prenotare si dovrà decidere una data ed eventualmente considerare l’ipotesi di non trovare il campo libero e perciò dover proporre un’alternativa; è anche vero che però quello dell’affitto di queste strutture è diventato un vero e proprio business perciò in quasi tutte le città è possibile trovare almeno un “buco” libero. Il problema maggiore è far concordare i giocatori (riserve comprese) su giorni, orari e opzioni.

Un campo può essere prenotato in maniera tradizionale, recandosi direttamente presso la struttura che lo gestisce oppure, in alcuni casi, effettuando la prenotazione direttamente online; questo avviene generalmente quando la società che gestisce il campo dispone di varie strutture, magari in differenti città.

Nel caso di una prenotazione “in loco”, uno o più giocatori dovranno recarsi sul posto per prendere accordi con i curatori dell’impianto, definendo la data, l’orario ed eventualmente, in base al regolamento interno, anche versare una caparra confirmatoria o l’intera quota. Generalmente chi gioca a calcetto tende, al termine della partita, a prenotare il campo per la volta successiva alla stessa ora e lo stesso giorno della settimana, sveltendo così la procedura ma limitando di fatto i posti disponibili per gli altri.

Nel caso in cui sia stata versata anche una cauzione e trattenuto un documento d’identità, nel caso in cui non si siano palesati danni evidenti, verranno restituiti al termine della partita.

Da non sottovalutare

Nel noleggiare un campo, oltre alla disponibilità, si deve tener conto di alcuni aspetti che possono apparire banali, ma incidono sul prezzo d’affitto: composizione del campo da gioco (erba, erba sintetica, cemento, asfalto...), illuminazione nel caso di campo all’aperto, numero degli spogliatoi (fondamentale quando a sfidarsi sono acerrimi amici/nemici), presenza delle docce e soprattutto dell’acqua calda e, nel caso di tornei auto-organizzati, anche la presenza di un arbitro a separare le compagini in caso di contatto “involontario” e rissa. Nella scelta di un campo da calcetto spesso è necessario tenere in considerazione anche la presenza di un parcheggio e un bar in cui rifocillarsi dopo aver giocato.

Le prenotazioni online sono molto comode e perfette se si conosce già la struttura perché, almeno la prima volta, un sopralluogo è necessario per verificarne le condizioni e valutare se siano adatte alle necessità dei giocatori. Online, previa registrazione, è necessario scegliere la struttura, l’orario, il tipo di campetto (quando possibile) e pagare la tariffa intera. Semplice e rapido.

Condividi post

Repost 0
Published by consiglidivitaquotidiana - in Vita quotidiana
scrivi un commento

commenti

Stefania 11/10/2012 11:12

Ah, mio marito era un esperto del settore... con il suo gruppo non so quanti campi di calcetto hanno testato prima di trovarne uno che rispondesse alle loro esigenze e quando l'hanno trovato, lui
ha dovuto smettere di giocare!!!

consiglidivitaquotidiana 11/22/2012 23:43



Ci credo... ah, questi mariti con i campi, che disperazione! 



monica c. 11/09/2012 20:13

ma, direi che non ho mai avuto bisogno del campo da calcetto... però, quando dirigevo il tennis club di novate, mi capitava spesso di avere richieste per il campo di calcio a cinque

consiglidivitaquotidiana 11/13/2012 13:10



Anche io non ne ho mai avuto bisogno... non sono io la calcatrice di casa